Categorie
Note di Lunedì

Wynton Kelly & Wes Montgomery, No Blues

Aiutami a diffondere l'amore per la musica

[Note di lunedì n.60] Wynton Kelly e Wes Montgomery, due specialisti del blues

Tra i molti eccezionali musicisti che Miles Davis scelse per le sue band, uno dei meno noti è certamente Wynton Kelly. Nelle formazioni di Miles, Wynton Kelly venne dopo Bill Evans ed immediatamente prima di Herbie Hancock. Ascoltiamo il suo No Blues, tratto dall’album Smokin’ At The Half Note, registrato insieme al chitarrista Wes Montgomery.

Wynton Kelly è stato molto importante per la storia del pianoforte jazz, ha infatti contribuito ad inventare e diffondere i famosi voicing jazz utilizzati un po’ da tutti i pianisti a partire dagli anni ’40. Wynton Kelly è stato inoltre uno dei più grandi pianisti accompagnatori di tutti i tempi, in questo è il più grande erede di Teddy Wilson.

Wynton Kelly suona in modo rilassato e piacevole, con semplicità e un suono inconfondibile. Il pianista è inoltre un autentico specialista del blues, e lo dimostra in questa registrazione, al fianco del chitarrista Wes Montgomery.

Il pianoforte espone le 12 misure del tema iniziale, e subito inizia l’assolo della chitarra che dura ben 24 chorus! Wes Montgomery è entusiasmante, spesso mentre improvvisa risponde a se stesso suonando dei riff, così come farebbe una big band dietro ad un solista (ad esempio al minuto 1′ 40”, 5′ 14”, 5′ 44”)

Il pianista sostiene l’assolo della chitarra con un accompagnamento estremamente vario ed incisivo. Ecco un tipico pattern ritmico eseguito dal pianoforte:

Un pattern ritmico ricorrente nell'accompagnamento di Wynton Kelly
Un pattern ritmico ricorrente nell’accompagnamento di Wynton Kelly

Possiamo osservare che il pattern inizia con una pausa (sul primo movimento della prima misura) e si conclude con un anticipo di croma (sull’ultimo ottavo della seconda misura). Wynton Kelly utilizza questo pattern, ed altri simili, per sostenere ed incalzare il solista. Dopo avere goduto a lungo del Wynton Kelly accompagnatore, possiamo apprezzarlo come solista (6′ 15”). Il pianista esegue 20 stupendi chorus, tutti fantasiosi e ricchi di blues.

Wynton Kelly era un musicista generoso che suonava sempre per gli altri e mai per se stesso. Questa registrazione dimostra inoltre quanto sia importante la classica forma blues di 12 misure nel repertorio jazz: i due musicisti vanno avanti ad improvvisare per ben tredici minuti, senza risultare però noiosi o ripetitivi.

Arrivederci al prossimo lunedì

Note-di-lunedi-Rubrica-di-analisi-musicale-Jazz-e-Rock
Art by Valentina Veschi

Note di lunedì rubrica di analisi musicale dedicata ai grandi classici della musica jazz e rock: ogni lunedì un brano con annotazioni tecniche e curiosità. Per iniziare bene la settimana… e conoscere meglio la musica.

Ti può interessare

  • Jelly Roll Morton era un musicista meticoloso e fantasioso, nei suoi brani dimostra un grande senso della forma, come in Hyena Stomp.
    Jelly-Roll-Morton-e-la-New-Orleans-Jazz-Band
  • Nato in Belgio e Sinti di origine, Django Reinhardt è uno dei primi grandi jazzisti europei. Analizziamo un suo brano intitolato Nuages.
    django-reinhardt
  • La musica di Count Basie ha le sue radici a Kansas City e nel blues, il suo contributo allo sviluppo del jazz fu notevole per l'uso dei riff.
    count-basie