Pianoforte
Video

Beyer parte prima

3 Moduli 34 Lezioni      Primo Anno

Informazioni sul corso

L’opera 101 di Ferdinand Beyer è da quasi duecento anni il metodo più utilizzato per imparare a suonare il pianoforte. E' un corso facile e adatto a tutti che consente di muovere i primi passi nello studio del pianoforte in modo graduale e progressivo.

Nella prima parte del corso scoprirai il pentagramma e come si legge la musica. Inizierai suonando con una sola mano, poi eseguirai remo semplici melodie con entrambe le mani insieme. Svilupperai l’indipendenza delle mani suonando linee sempre più difficili e indipendenti. 

Altre informazioni / ACQUISTA

Inizia

STRUTTURA DEL CORSO

I primi passi

Nel primo modulo imparerai a conoscere il pentagramma e come si legge la musica. Suonerai inizialmente con una sola mano, poi suonerai semplici melodie con entrambe le mani insieme.

Beyer Op. 101 – lezione 1

Esercizio 1 - parte prima

Beyer Op. 101 – lezione 2

Esercizio 1 - parte seconda

PREMIUM

Beyer Op. 101 – lezione 3

Esercizio 1 - parte terza

 

PREMIUM

Beyer Op. 101 – lezione 4

Esercizio 2 - parte prima

PREMIUM

Beyer Op. 101 – lezione 5

Esercizio 2 - parte seconda

PREMIUM

Beyer Op. 101 – lezione 6

Esercizio 3

PREMIUM

Beyer Op. 101 – lezione 7

Esercizio 4

PREMIUM

Beyer Op. 101 – lezione 8

Esercizio 5

PREMIUM

Beyer Op. 101 – lezione 9

Esercizio 6

PREMIUM

Beyer Op. 101 – lezione 13

Esercizio 10

PREMIUM

Beyer Op. 101 – lezione 14

Esercizio 11

PREMIUM

Elementare indipendenza delle mani

Nel secondo modulo svilupperai l’indipendenza delle mani cercando di approfittare di qualunque situazione ti possa aiutare: diteggiature uguali, movimento parallelo o contrario.

PREMIUM

Maggiore indipendenza delle mani

Le mani non cambiano mai posizione ma suonano linee sempre più difficili e indipendenti. Introduciamo anche la legatura di valore.

  • Buongiorno maestro, ❤
    dopo aver visto le video lezioni gratuite mi sono decisa di ritornare sul Beyer dopo che ero rimasta delusa dalle spiegazioni molto scarse di alcuni maestri sul web. Le sue, si che sono spiegazioni e che c’è da imparare. Pensavo di riprendere dalla seconda parte ma mi sono decisa a riprendere dalla prima.
    Intanto la informo che Yahoo non mi funziona e quindi dovrei cambiare indirizzo email.
    Con affetto,
    Miry Maspero

    • leoravera ha detto:

      Ciao Miry, ti ringrazio per il tuo entusiasmo e per le belle parole, grazie davvero. Mi fa piacere che le lezioni ti piacciano e che siano uno stimolo a fare uno studio ordinato e metodico, sono sicuro che ne avrai grandi benefici e che suonerai sempre meglio.

      Fammi sapere qual è il tuo indirizzo email corretto così aggiorno il tuo account sul sito. Un caro saluto, a presto

  • gaetano.centore ha detto:

    Buonasera Maestro Ravera,
    approfitto dell’occasione per presentarmi; mi chiamo Gaetano Centore; ho, ahimè, 54 anni e desidererei, per quanto mi è possibile, cercare di far suonare lo strumento musicale che da sempre amo, ma che, fino ad ora, non sono mai riuscito a studiare e suonare, se non a “orecchio”. Ho scelto le Sue lezioni del Beyer, dopo averle viste, su youtube, e averle considerate le più idonee e chiare, anche considerando il mio livello di cultura musicale di base.
    Vorrei porgerLe alcune domande:
    1) non avendo la pretesa di fare il “concertista”, sono troppo anziano per poter studiare il pianoforte?
    2) iniziando dal metodo Beyer, è una buona partenza oppure occorrono altri strumenti didattici (libri, lezioni ecc.); il mio scopo, con lo studio dello strumento è di arricchimento personale, nonché cercare di eseguire qualche brano che sia ascoltabile per chi li sente (sono, da sempre, un grande consumatore di musica dalla classica, al rock, jazz, funky, cantautorato ..)
    3) quanto tempo dovrò dedicarmi allo studio del pianoforte, considerato anche l’attività di lavoro.
    La ringrazio dell’attenzione, sperando di intraprendere questa “matta” (per mia moglie) avventura con gioia in Sua compagnia.
    Gaetano Centore

    • leoravera ha detto:

      Buonasera Gaetano, ho realizzato questo corso proprio per persone come lei. Rispondo prontamente alle sue domande:
      1) No, assolutamente. In questo articolo ho provato a spiegare perchè studiare pianoforte da adulti è possibile:

      2) Il metodo Beyer è il metodo ideale per chi inizia e per chi studia da solo, perché è graduale ed ordinato

      3) Le consiglio mezz’ora per i primi giorni, per poi crescere gradualmente fino ad un’ora al giorno. L’importante tuttavia è la costanza, studiare un po’ tutti i giorni. Magari anche solo 15-20 minuti quando non ha tempo, ma cercare di farlo con costanza. Questo è un articolo sull’argomento

      Mi permetterò di scriverle tra qualche tempo per sapere come vanno gli studi. In bocca al lupo e grazie per la fiducia!

      • gaetano.centore ha detto:

        Grazie Maestro, per le utili indicazioni; già da ieri ho iniziato a utilizzare le lezioni video fatte, davvero, molto bene.
        La saluto cordialmente, augurando buona giornata.

  • Pen
    >