Categorie
Lezioni

Suono e Rumore

La differenza tra suono e rumore

Qual è la differenza tra suono e rumore? Superficialmente possiamo pensare che i suoni siano gradevoli, mentre i rumori sono fastidiosi. In realtà la differenza è molto più precisa dal punto di vista scientifico che non da quello della musica. Andiamo dunque ad affrontare la differenza tra suono e rumore, da diversi punti di vista.

Categorie
Lezioni

Sigle degli accordi, come si leggono

In questa lezione imparerai come si leggono le sigle degli accordi. Su molti libri di teoria e su più di un tutorial online si trovano tavole che aiutano a leggere le sigle, ma se capisci come funziona il meccanismo che sta alla base delle sigle, sarà molto più facile imparare a suonare gli accordi. Vedremo dunque come funzionano i diversi sistemi di siglatura, come si leggono le sigle degli accordi in italiano e in inglese, ed anche gli errori più comuni.

Categorie
Lezioni

Accordi di settima e armonizzazione scala maggiore

Cosa sono gli accordi di settima? A cosa servono? Come si studiano? In questa lezione proviamo a dare risposta a queste domande. In particolare vedremo cos’è l’armonizzazione della scala maggiore, per scoprire l’origine degli accordi.

Categorie
Lezioni

Wu Dao-Gong, Trattato sull’Esagramma

Nel suo Trattato sull’Esagramma,il musicista cinese Wu Dao-Gong propone l’adozione di un sistema di notazione musicale alternativo al pentagramma. L’idea è molto ingegnosa, vediamo come funziona.

Categorie
Parliamo di Musica

Giocare con la musica, cinque indovinelli

Per gli appassionati di indovinelli, eccone alcuni ispirati in vario modo alla musica. Tutte le risposte hanno a che fare con argomenti musicali: teoria musicale, notazione, orchestra e strumenti musicali. Gli indovinelli sono in ordine crescente di difficoltà. Saprai risolverli tutti?

Categorie
Note di Lunedì

Dave Brubeck e Paul Desmond, Take Five

[Note di lunedì n.49] Take Five, un successo inatteso

Se mi domando qual’è il brano jazz che in tanti anni di professione da musicista mi è stato richiesto più spesso dal pubblico, la risposta è senza dubbio Take Five. Il brano è uno dei pochissimi pezzi jazz ad avere l’inusuale tempo di 5/4, da cui il doppio senso del titolo, che in inglese significa “prendersi cinque minuti di pausa” ma che allude anche alla scansione ritmica del pezzo.