Categorie
Lezioni

Introduzione al jazz: cento brani per scoprire il jazz

Ho selezionato cento pezzi jazz indimenticabili che hanno fatto la storia di questa musica. Ho seguito lo sviluppo del jazz attraverso le principali epoche: le origini, gli anni ’30, le big band, le grandi voci, il bebop, cool jazz, hardbop & mainstream, le avanguardie, fino alle contaminazioni del jazz rock.

Categorie
Note di Lunedì

Chick Webb, Blues in My Heart

[Note di lunedi n.131] Chik Webb è stato uno dei primi grandi batteristi jazz, la sua carriera è stata breve ma a lui si sono ispirati numerosi batteristi: Buddy Rich, Gene Krupa, Sid Catlett, Jo Jones e altri gli hanno reso omaggio e lo consideravano un maestro. Ascoltiamo la sua orchestra che suona Blues in…

Categorie
Note di Lunedì

Louis Armstrong, Mahogany Hall Stomp. Tre giri di blues per capire il jazz

[Note di lunedi n. 129] Mahogany Hall Stomp è un pezzo tradizionale di New Orleans dedicato ad uno dei più famosi e lussuosi bordelli di Storyville. Il brano è un esempio perfetto del jazz delle origini. Louis Armstrong, con i suoi tre giri di blues, sembra volerci spiegare come funziona il jazz.

Categorie
Note di Lunedì

Anni ’30, l’era delle big band

Note di lunedi n. 116 – Tre big band a confronto: Duke Ellington, Don Redman, Tommy Dorsey Gli anni ’30 sono stati importantissimi per la diffusione della musica jazz, che è avvenuta in gran parte attraverso le big band che suonavano musica di intrattenimento e musica da ballo.

Categorie
Note di Lunedì

Sidney Bechet, Sweet Georgia Brown

[Note di lunedì n.99] Sweet Georgia Brown, quando i pezzi jazz avevano pochi accordi Sweet Georgia Brown è una canzone che risale al 1925, quando il jazz muoveva i suoi primi passi. Il pezzo è diventato uno standard jazz molto popolare e Miles Davis ne ha utilizzato il giro armonico nel suo brano Dig. Ascoltiamo…

Categorie
Note di Lunedì

Bunny Berigan, I Can’t Get Started

[Note di lunedì n.76] Bunny Berigan, il Chet Baker degli anni ’30 Bunny Berigan è stato uno dei più grandi trombettisti degli anni ’30, stimato e richiesto da molti musicisti tra i quali Benny Goodman e Tommy Dorsey. Nel brano dal titolo I Can’t Get Started possiamo apprezzarne la bravura di trombettista, ma anche la…

Categorie
Note di Lunedì

Tommy Dorsey, I’m in a Dancing Mood

[Note di lunedì n.74] Tommy Dorsey, musica jazz per danzare Gli anni ’30 furono il periodo di massimo splendore delle grandi orchestre jazz da ballo. Nel contesto della grave crisi economica la musica aveva una funzione consolatoria, forniva uno svago a buon mercato per dimenticare le difficoltà della vita quotidiana. Analizziamo un classico dell’epoca, I’m In…

Categorie
Note di Lunedì

Don Redman, Chant of the Weed

[Note di lunedì n.73] La musica psichedelica degli anni ’30 Chant of the Weed fu composto da Don Redman nel 1931 e rappresenta una curiosa anticipazione della musica psichedelica degli anni ’60. Il brano è infatti dedicato alla cannabis, il titolo potrebbe essere tradotto “Ode alla canapa”.

Categorie
Note di Lunedì

Jack Haley, If I Only Had a Heart

Note di lunedì n.68] If I Only Had a Heart: una favola sull’intelligenza artificiale Sebbene il brano più famoso tratto dal film musicale Il Mago di Oz sia Somewhere Over the Rainbow, la canzone più importante per lo svolgersi della storia è senza dubbio If I Only Had a Heart. Il pezzo viene interpretato a…

Categorie
Note di Lunedì

Lester Young Trio, The Man I Love

[Note di lunedì n.35] The Man I Love è un grande classico del Jazz e della musica americana, una delle più belle canzoni d’amore composte da George Gershwin. Il testo della canzone racconta l’attesa dell’amore, la protagonista sogna ad occhi aperti l’arrivo dell’uomo che la renderà felice, suo amante predestinato. Analizziamo l’interpretazione di Lester Young.