Categorie
Pianoforte

Pianoforte classico e piano jazz a confronto

La storia del pianoforte inizia molto prima della storia del jazz. Tuttavia il piano jazz ha rappresentato una vera e propria rivoluzione, allargando di molto i limiti dello strumento e apportando nuovo slancio e nuovi stili. Per questo, ho provato a ragionare un po’ sulla relazione tra pianoforte classico e piano jazz.

Categorie
Note di Lunedì

James P. Johnson – The Carolina Shout

Note di lunedi n. 119 – James P. Johnson, dal ragtime allo stride piano

James P. Johnson è stato uno dei più grandi pianisti degli anni ’20, famoso anche per la sua composizione The Charleston che contribuì alla diffusione dell’omonimo ballo. La musica di James P. Johnson è a metà strada tra il ragtime e lo stride piano, ovvero la prima forma di piano jazz. Ascoltiamo ad analizziamo la sua composizione The Carolina Shout.

Categorie
Note di Lunedì

Scott Joplin, Solace, Mexican Serenade

[Note di lunedì n.82] Scott Joplin si raccomanda: non suonare troppo veloce

Scott Joplin è stato il principale inventore del ragtime. L’autore faceva scrivere sugli spartiti “Non suonate questo pezzo troppo veloce. Non è mai corretto suonare il Ragtime troppo veloce”, indicazione raramente rispettata dai pianisti. Infatti il ragtime viene spesso considerato un esercizio di bravura ed eseguito a velocità e volumi eccessivi.

Categorie
Note di Lunedì

Art Tatum, Tea For Two

Note di lunedì #7 Art Tatum, insuperabile virtuoso

Molti sono stati i pianisti virtuosi nella storia del jazz, Art Tatum rappresenta tuttavia un caso unico ed ineguagliato. Art Tatum seppe divorare con avidità tanto il repertorio pianistico classico, da Chopin e Listz fino a Ravel, quanto i maestri dello stride piano come Fats Waller, James P. Johnson e Jelly Roll Morton.