Categorie
Note di Lunedì

Tre volte John Coltrane, ma sempre diverso

Note di lunedi n. 124 – Tre volte John Coltrane, ma sempre diverso John Coltrane è uno dei più grandi interpreti della musica jazz e anche oltre, è uno dei più grandi musicisti del ‘900. Mi è particolarmente caro e negli articoli delle Note di Lunedì più di una volta ho scelto di analizzare e…

Categorie
Note di Lunedì

John Coltrane, Acknowledgement

Acknowledgement, il cammino spirituale di John Coltrane. [Note di lunedì n.90] Acknowledgement è il primo brano dell’album A Love Supreme, una suite in quattro movimenti nel quale John Coltrane racconta la sua conversione religiosa. Un viaggio spirituale che è anche un percorso musicale originale ed innovativo.

Categorie
Note di Lunedì

Sonny Rollins e John Coltrane, Tenor Madness

[Note di lunedì n.51] Sonny Rollins e John Coltrane, un dialogo tra giganti su Tenor Madness Tenor Madness è il più classico dei blues, quello che suonano i principianti nelle jam session. In questa esecuzione ascoltiamo uno stupefacente duetto tra Sonny Rollins e John Coltrane.

Categorie
Note di Lunedì

John Coltrane, My Favorite Things

[Note di lunedì n.47] John Coltrane e i cari vecchi standards Diciotto mesi dopo aver partecipato alla registrazione del celebre album Kind Of Blue, John Coltrane incide My Favorite Things e prosegue nella direzione di quel primo viaggio capitanato da Miles Davis: il jazz modale. A differenza di Davis, John Coltrane non compone brani originali…

Categorie
Note di Lunedì

Miles Davis sextet, Someday My Prince Will Come

[Note di lunedì, n.39] Someday My Prince Will Come, da Biancaneve al Jazz Molti brani del repertorio jazz derivano dal musical e film, non fanno eccezione i cartoni animati. Someday My Prince Will Come è la canzone che Biancaneve canta, nel 1937, ad un pubblico formato da nani e animali del bosco.

Categorie
Note di Lunedì

You’re My Everything,una ballad dal punto di vista di Miles Davis

[Note di lunedì n.22] Miles Davis è stato il più visionario e fecondo band leader che la musica jazz abbia saputo produrre. Musicista impossibile da classificare, dall’esordio come bopper al fianco di Charlie Parker ha cambiato stile ripetutamente sempre con risultati eccezionali, passando attraverso il jazz modale, il jazz-rock elettrico e sperimentale, fino ad approdare…