Categorie
Note di Lunedì

Jackie McLean, Hip Strut. Un blues molto originale

[Note di lunedì n.94] Jackie McLean è uno degli alto sassofonisti più originali e moderni, forse quello che più di ogni altra ha proseguito le sperimentazioni di Charlie Parker. Hip Strut è un ottimo esempio della sua singolare collocazione, tra tradizione e futuro. Si tratta infatti di un classico giro di blues, che tuttavia Jackie…Continua a leggereJackie McLean, Hip Strut. Un blues molto originale

Categorie
Note di Lunedì

Jay Jay Johnson, Lover Man. Tra blues e canzone americana

[Note di lunedì n.93] L’amore è un o dei temi principali della grande canzone americana. Esistono diversi sottogeneri: l’amore perduto, quello non ricambiato, l’amore vissuto segretamente. Lover Man appartiene ad una categoria ancora diversa: il desiderio di un amore che ancora non c’è. Ascoltiamo e analizziamo l’interpretazione di Jay Jay Johnson al trombone.Continua a leggereJay Jay Johnson, Lover Man. Tra blues e canzone americana

Categorie
Note di Lunedì

Hot Lips Page, Thirsty Mama Blues. Una classica storia blues

[Note di lunedì n.80] La figura del fannullone che rimane a casa a bere mentre la moglie lavora per mantenere la famiglia è ricorrente nel blues. In determinati periodi storici era infatti più facile trovare lavoro per una donna nera, come serva, che non per un uomo. Thirsty Mama Blues di Hot Lips Page racconta…Continua a leggereHot Lips Page, Thirsty Mama Blues. Una classica storia blues

Categorie
Note di Lunedì

Roll ‘Em Pete, Pete Johnson & Joe Turner. Semplicemente, il blues.

[Note di lunedì n.79] Pete Johnson è stato uno dei più grandi pianisti boogie-woogie, Roll ‘Em Pete era uno dei suoi pezzi favoriti. In questa registrazione è accompagnato dal cantante Joe Turner, un altro specialista del blues. I due musicisti forniscono un interpretazione eccezionale, un duetto che sintetizza le caratteristiche salienti di questa musica.Continua a leggereRoll ‘Em Pete, Pete Johnson & Joe Turner. Semplicemente, il blues.

Categorie
Note di Lunedì

Cab Calloway, St. Louis Blues. Sempre al centro della scena.

[Note di lunedì n.70] Cab Calloway è stato uno straordinario cantante, ballerino e uomo di spettacolo. Dopo i primi successi al Cotton Club dove sostituì niente meno che l’orchestra di Duke Ellington, ha continuato ad esibirsi per tutta la sua vita fino ad oltre ottanta anni di età.Continua a leggereCab Calloway, St. Louis Blues. Sempre al centro della scena.

Categorie
Note di Lunedì

Sonny Red, Jelly Roll. Un blues per Jelly Roll Morton

[Note di lunedì n.65] Sonny Red è il nome d’arte di Sylvester Kyner, un sassofonista che ha avuto un riconoscimento piuttosto limitato pur avendo suonato con grandi musicisti quali Barry Harris, Donald Byrd, Curtis Fuller, Bobby Timmons. Jelly Roll è un suo brano che rende omaggio alla figura di Jelly Roll Morton.Continua a leggereSonny Red, Jelly Roll. Un blues per Jelly Roll Morton

Categorie
Note di Lunedì

Wynton Kelly & Wes Montgomery, No Blues

[Note di lunedì n.60] Tra i molti eccezionali musicisti che Miles Davis scelse per le sue band, uno dei meno noti è certamente Wynton Kelly. Nelle formazioni di Miles, Wynton Kelly venne dopo Bill Evans ed immediatamente prima di Herbie Hancock. Ascoltiamo il suo No Blues, tratto dall’album Smokin’ At The Half Note, registrato insieme al…Continua a leggereWynton Kelly & Wes Montgomery, No Blues

Categorie
Note di Lunedì

Bessie Smith & Louis Armstrong, St. Louis Blues

[Note di lunedì n.59] Nati entrambi all’inizio del secolo, Louis Armstrong e Bessie Smith registrarono questo duetto su St. Louis Blues di W.C. Handy  nel 1925. Negli anni ’20 il jazz si stava trasformando, passando da musica principalmente collettiva, quella dei gruppi di New Orleans, a musica dove veniva lasciato maggior spazio alle singole improvvisazioni.Continua a leggereBessie Smith & Louis Armstrong, St. Louis Blues

Categorie
Note di Lunedì

Sonny Rollins e John Coltrane, Tenor Madness. Dialogo tra giganti

[Note di lunedì n.51] Tenor Madness è il più classico dei blues, quello che suonano i principianti nelle jam session. In questa esecuzione ascoltiamo uno stupefacente duetto tra Sonny Rollins e John Coltrane.Continua a leggereSonny Rollins e John Coltrane, Tenor Madness. Dialogo tra giganti

Categorie
Note di Lunedì

Georgia On My Mind, Ray Charles e la soul music

[Note di lunedì n.48] Georgia on My Mind fu composta dal grande canzoniere Hoagy Carmichael nel 1930, l’interpretazione realizzata da Ray Charles nel 1960 ha però superato l’originale quanto a popolarità, il pianista-cantante l’ha infatti trasformata in uno dei suoi più grandi successi.Continua a leggereGeorgia On My Mind, Ray Charles e la soul music

>