Pianoforte digitale Roland RD700 NX recensione - leoravera.it
roland rd 700 nx

Pianoforte digitale Roland RD700 NX recensione

Pianoforte digitale Roland RD700 NX, i voti assegnati

Anno d'uscita: 2011Voto

Meccanica

8

Prima accensione

9

Suoni

7.5

Trasportabilità

6

Aspetto

7

Facilità d'uso e funzioni aggiuntive

8.5

Rapporto qualità/prezzo

8

Pianoforte digitale Roland RD700 NX, giudizio sintetico

Il pianoforte digitale Roland RD700 NX è uno strumento di fascia alta di casa Roland, la prima cosa che colpisce di questo strumento è la tastiera, eccezionale sotto le dita quanto a risposta e pesatura. E' una meccanica che segna un nuovo punto di arrivo per naturalezza e precisione della risposta. La superficie dei tasti è in un materiale poroso, molto piacevole al tatto e simile all'avorio. Purtroppo, proprio come l'avorio ha la tendenza a macchiarsi dopo qualche mese d'uso intensivo.

Il pannello è ricco di controlli, questo strumento è un eccezionale pianoforte digitale ma è anche un'ottima master keyboard, con numerose opzioni facilmente accessibili tra cui split, layer, equalizzatore, multi effetto.  I timbri dello strumento sono molto numerosi e di alta qualità, il suono di pianoforte è realistico e apprezzabile, con quella caratteristica tipica dei timbri Roland che lo rende riconoscibile e forse non adatto per tutti i gusti e per tutti i generi musicali.

Lo strumento bada più alla praticità d'uso che non all'eleganza, i controller sono grandi ed anche lo schermo LCD, dunque lo strumento non è particolarmente elegante per un uso propriamente pianistico, la linea un po' stondata è comunque gradevole e mostra tutta la solidità di uno strumento robusto e ben costruito.  Purtroppo la qualità notevole di tutte le parti si rispecchia nel peso, molto impegnativo per un trasporto quotidiano dello strumento. Il prezzo è piuttosto elevato, ma la qualità d'insieme lo giustifica pienamente.

 

Vedi anche:

Pianoforte digitale, guida all’acquisto

 

>