Amanti, Ella FItzgerald canta A Place For Lovers di Manuel De Sica
Amanti musica di Manuel De Sica, A Place For Lovers

Manuel De Sica, A Place For Lovers

[Note di lunedi n. 133] Manuel De Sica, un maestro della musica da film

A Place For Lovers è un brano scritto da Manuel De Sica come colonna sonora per il film Amanti diretto nel 1968 dal padre Vittorio De Sica. Non è questo uno dei capolavori del grande regista, mentre la musica è decisamente degna di nota. Ho provato dunque ad analizzare come viene utilizzata la colonna sonora, anche per capire meglio come funziona la musica da film.

 

A Place For Lovers è cantata niente meno che da Ella Fitzgerald, possiamo ascoltare la sua interpretazione due volte per intero all’inizio del film. Il pezzo ha la tradizionale forma AABA, tipica degli standard jazz americani ai quali Manuel De Sica evidentemente si ispira, le sezioni hanno però una durata inusuale, la parte [A] misura 14 battute.

A place for Lovers - Manuel De Sica parte A

Dal punto di vista armonico il pezzo oscilla tra la tonalità di partenza Re maggiore e quella di Fa Maggiore. Le due tonalità sono discretamente distanti, tuttavia hanno in comune la parentela con quella di Re Minore, che è parallela minore di Re Maggiore e relativa minore di Fa Maggiore. La parte [B] ha una durata di 10 battute, cosa inusuale nel repertorio jazzistico.

A place for Lovers - Manuel De Sica parte B

Il brano si differenzia dal tipico repertorio americano anche perché negli standard jazz di solito la sezione [B] introduce un motivo melodico diverso ed una nuova tonalità, mentre in A Place for Lovers la tonalità di [B] è la medesima di [A] e la sezione non presenta particolari novità. La parte [B] sembra piuttosto una sorta di interludio, non troppo importante, che prelude alla ripresa del motivo principale [A].

Dal punto di vista melodico osserviamo che il brano ha un’estensione piuttosto ampia: dal Mi sul primo rigo all’inizio di [A] fino al Re sopra al rigo, la nota più acuta, che arriva a metà di [B]. Ella Fitzgerald ha un suono tanto uniforme e bello da fare passare inosservata l’ampiezza della melodia.

Durante il film il tema ritorna varie volte ma solo in versione strumentale, eseguito da vari strumenti: sax, flauto, tromba, pianoforte, archi, trombone. Torniamo ad udire la voce di Ella Fitzgerald ed il tema cantato solo sui titoli di coda. Chissà se la scelta è stata del regista o del musicista, del padre Vittorio o del figlio Manuel.

Marcello Mastroianni e Faye Dunaway

Marcello Mastroianni e Faye Dunaway

Amanti è un film narcisista che vive di immagini bellissime, anche quelle dei due splendidi esseri umani che occupano la scena: Faye Dunaway e Marcello Mastroianni. Vista la storia un po’ inconsistente è impossibile definirli bravi, ma la bellezza certamente non gli fa difetto. E’ dunque un film da guardare e da ascoltare, immagini e musica sono superlative, la storia un po’ meno.

Tra Manuel ed il padre Vittorio, certamente il più importante e noto è stato quest’ultimo. Manuel De Sica ha lavorato però con grande successo come compositore di colonne sonore, scrivendo musica sempre interessante. In questo caso è la musica a salvare in qualche modo un film di per sé abbastanza insignificante, mentre il tema di A Place For Lovers e la voce di Ella Fitzgerald sono assolutamente indimenticabili.

Se proprio vogliamo trovare un senso al film, a darcelo può essere proprio il titolo della canzone, A Place For Lovers: facendo uno sforzo e immedesimandoci nella vicenda, il film può farci pensare che il “luogo dell’amore” è la vita stessa, che va vissuta intensamente in ogni momento.

Scarica lo spartito di A Place For Lovers

scarica lo spartito


Note di lunedi - Rubrica di analisi musicale Jazz e Rock

Art by Valentina Veschi

Note di lunedì rubrica di analisi musicale dedicata ai grandi classici della musica jazz e rock: ogni lunedì un brano con annotazioni tecniche e curiosità. Per iniziare bene la settimana… e conoscere meglio la musica.

>