Categorie
Note di Lunedì

Louis Armstrong, Mahogany Hall Stomp. Tre giri di blues per capire il jazz

English flag
Read in English

[Note di lunedi n. 129] Mahogany Hall Stomp è un pezzo tradizionale di New Orleans dedicato ad uno dei più famosi e lussuosi bordelli di Storyville. Il brano è un esempio perfetto del jazz delle origini. Louis Armstrong, con i suoi tre giri di blues, sembra volerci spiegare come funziona il jazz.

Il pezzo si apre con quattro misure di introduzione cui segue il tema principale [A], sviluppato su semplici accordi e su una forma di 16 misure.

Mahogany Hall Stomp tema

Al tema segue la serie degli assoli, suonati su un classico giro di blues di 12 misure. La parte iniziale viene usata dunque solo come tema, e non per l’improvvisazione.

Analizziamo l’assolo eseguito da Louis Armstrong al minuto 1’33” con tromba sordinata, una vera perla ed anche una lezione di jazz, per la sua perfezione e semplicità.

Nel primo chorus il trombettista alterna sapientemente note in battere, che coincidono quasi sempre con il cambio di accordo, e note in levare. Armstrong è capace di usare in modo propulsivo anche le note in battere, grazie alla sua formidabile pronuncia che riesce a rendere interessanti anche frasi più elementari. Vediamo ad esempio i quattro Mi bemolle che concludono la prima riga.

Mahogany Hall Stomp - solo 1

Il secondo chorus di assolo è basato su una sola nota, tenuta per 10 misure e poi ribattuta sul finire. Di nuovo, Louis Armstrong dimostra che l’efficacia di un assolo non dipende unicamente dalla scelta delle note, ma anche dal modo in cui si suonano.

Mahogany Hall Stomp - solo 2

Il terzo chorus è basato su una frase di due misure, un efficace riff che anticipa i fraseggi delle big band tipici degli anni ’30. La frase viene ripetuta per sei volte, sempre uguale.

Questi tre chorus dimostrano l’abilità di Louis Armstrong nell’usare elementi semplici in modo efficace. Una nota ribattuta, una nota tenuta, un riff. Il pensiero musicale di Louis Armstrong è cristallino, ovvio ed inevitabile, come tutta la grande musica.

Il Mahogany Hall era un bordello assai noto, così come la proprietaria Lulu White, implicata in numerosi traffici, oltre a quello di ragazze. La sua foto segnaletica, documento di un suo arresto per traffico di alcol, ci mostra una donna sicura di sé, che certamente ne aveva viste (e combinate) di tutti i colori.

La nascita del jazz è stata associata in modo eccessivo al famoso quartiere a luci rosse di New Orleans. E’ ormai stato chiarito che il jazz era un fenomeno ben più vasto e non certo limitato al quartiere di Storyville.

Tuttavia, certi racconti un po’ romanzeschi e coloriti contribuiscono a farci conoscere meglio il contesto in cui i primi jazzisti si esibivano. Mahogany Jall Stomp ci racconta un po’ del mondo in cui è nato il jazz, e dei personaggi bizzarri che lo popolavano.

Arrivederci al prossimo lunedì!

scarica lo spartito di Mahogany Hall Stomp

Vuoi ricevere le mie lezioni di musica via email?

Lezioni di armonia, teoria musicale, analisi musicale e spartiti.

Aiutami a diffondere l'amore per la musica

Leggi anche...

>