Categorie
Note di Lunedì

Lionel Hampton, Whispering

Aiutami a diffondere l'amore per la musica

[Note di lunedì n.28] Lionel Hampton, vi presento il vibrafono

Come il sassofono, la chitarra elettrica e la batteria, anche il vibrafono raggiunse il grande pubblico grazie alla musica jazz. Strumento inventato negli anni ’20, fu infatti reso popolare da Lionel Hampton, vibrafonista assunto da Benny Goodman nel proprio quartetto a metà degli anni ’30.

Lionel Hampton era un musicista estroverso ed in anni successivi fondò un’ orchestra propria che mantenne per lungo tempo. In questa registrazione di Whispering del 1936 il complesso è invece di ridotte dimensioni: Il leader Benny Goodman al clarinetto, Lionel Hampton al vibrafono, Teddy Wilson al piano e Gene Krupa alla batteria.

La formazione è inusuale per l’assenza del contrabbasso, ma anche perché composta da due musicisti bianchi (Goodman e Krupa) e due neri (Hampton, Wilson), cosa non proprio frequente all’epoca.

Lo stile dei quattro musicisti non sembra avere alcuna relazione con il colore della pelle: il bianco Benny Goodman ed il nero Teddy Wilson erano infatti musicisti misurati, eleganti ed attenti ad ogni sfumatura.

Il nero Lionel Hampton ed il bianco Gene Krupa erano invece esuberanti ed istintivi, e concludevano i propri concerti in un bagno di sudore.

Il brano inizia con Benny Goodman che esegue il tema in un registro grave, per lanciarsi poi in un assolo nel registro più acuto (0’45”), il repentino cambio di registro dà quasi l’impressione che sia un altro musicista a suonare l’assolo. Segue l’improvvisazione del vibrafono (1’24”), poi del piano (2’03”). La ripresa finale del tema è infine un duetto tra clarinetto e vibrafono (2’41”).

Pochi anni più tardi, musicisti bebop come Charlie Parker e Dizzy Gillespie riutilizzarono per le loro composizioni originali i giri armonici di vecchi brani jazz. Sugli accordi di Whispering Dizzy Gillespie scrisse il suo brano Groovin’ High.

Anche il titolo del brano esprime la diversa sensibilità dei musicisti bebop: Whispering che significa “sussurrare” diventa infatti Groovin’ High che significa invece “ritmare alla grande” oppure “spassarsela”.

Arrivederci al prossimo lunedì!

Questo brano fa parte della lista Come imparare 100 standard jazz

Note-di-lunedi-Rubrica-di-analisi-musicale-Jazz-e-Rock
art by Valentina Veschi

Note di lunedì rubrica di analisi musicale dedicata ai grandi classici della musica jazz e rock: ogni lunedì un brano con annotazioni tecniche e curiosità. Per iniziare bene la settimana… e conoscere meglio la musica.

Ti può interessare

  • Charlie Christian conquistò la fiducia di Benny Goodman, ed un posto nella sua band, quando dovette suonare Rose Room con il clarinettista, quasi per gioco.
    charlie-christian
  • La registrazione di My Old Flame con arrangiamento di Eddie Sauter, il tema cantato da Peggy Lee e Benny Goodman al clarinetto
    Benny-Goodman
  • Il Modern Jazz Quartet è stata una delle formazioni jazz più longeve e che cercava una fusione tra musica classica e jazz. Ecco un esempio
    modern-jazz-quartet