Categorie
Note di Lunedì

Jimi Hendrix, Hey Joe

Aiutami a diffondere l'amore per la musica

Note di lunedì n.40, Jimi Hendrix: eccessi da rockstar e grande musica

La partecipazione di Jimi Hendrix al festival di Monterey del 1967 è entrata nella leggenda. Il chitarrista ha con il suo strumento un rapporto fisico, quasi carnale, suona con la chitarra dietro la nuca e persino con i denti.

La performance si concluse in modo ancor più sorprendente: Jimi Hendrix distrusse la sua chitarra dopo averla incendiata. Tutto questo oggi può far sorridere, ormai siamo abituati ad un mondo dello spettacolo nel quale accade di tutto. Jimi Hendrix era un virtuoso della chitarra ed un animale da palcoscenico che sapeva come dare spettacolo ed esaltare il suo pubblico.

Malgrado in questa esibizione l’aspetto spettacolare sia assolutamente protagonista, riusciamo tuttavia ad apprezzare le grandi qualità del chitarrista e della sua band. Nella prima parte del brano il gruppo ha una sonorità potente ma conserva un ampio margine per poter crescere ancora. La canzone è basata praticamente su un‘unica frase musicale, e farne un pezzo di oltre tre minuti non è cosa da poco.

Il trio comincia a crescere intorno al minuto 0’50”, quando i fill del batterista Mitch Mitchell si fanno più lunghi e fitti, salendo gradualmente di intensità fino all’assolo di chitarra (1’33”). Anche durante la ripresa del canto (2’17”) la batteria continua ad improvvisare diventando praticamente lo strumento solista principale, almeno fino a quando Jimi Hendrix non decide di mettersi la chitarra dietro la nuca per dare spettacolo un altro po’.

Questa performance è carica di adrenalina, non poteva essere altrimenti e Jimy Hendrix era anche questo. Nei pochi album registrati in studio si possono apprezzare meglio la sua ricerca timbrica, le ampie pause, il dialogo costante tra voce e chitarra. Il suo trio The Jimi Hendrix Experience è un punto di riferimento imprescindibile per tutta la storia del rock.

Arrivederci al prossimo lunedì!

Note-di-lunedi-Rubrica-di-analisi-musicale-Jazz-e-Rock
art by Valentina Veschi

Note di lunedì rubrica di analisi musicale dedicata ai grandi classici della musica jazz e rock: ogni lunedì un brano con annotazioni tecniche e curiosità. Per iniziare bene la settimana… e conoscere meglio la musica.