2

James Brown, Cold Sweat

Note di lunedi n. 122 - Il miracolo del Rhythm & Blues, pochi accordi e tanto ritmo

Il Rhythm & Blues è stato una sorta di reazione della musica jazz al rock, un anticorpo che si è prodotto per resistere alla popolarità del rock. Ascoltiamo qua un brano del più grande interprete del Rhythm & Blues, James Brown che canta Cold Sweat.

Il Rhythm & Blues ha assunto alcune caratteristiche del rock: la semplicità, la grande energia, la centralità del cantante. Del jazz ha mantenuto l'improvvisazione, i riff tipici delle big band e soprattutto la prevalenza del ritmo sugli altri aspetti della musica.

Cold Sweat è un perfetto esempio di queste caratteristiche. Il brano è tripartito, la prima parte è costruita su un unico accordo di Dm7 ed un efficace riff di basso.

Cold Sweat - James Brown parte 1

Il primo riff di basso

La sezione di fiati risponde e completa il riff della sezione ritmica, James Brown inizia a cantare immediatamente e praticamente non si ferma mai. La seconda parte della canzone si muove su due accordi, questa volta maggiori: C7 e F7.

Cold Sweat - James Brown parte 2

Il pezzo prosegue con due accordi maggiori

La semplicità di queste due sezioni dimostra già quanto gli accordi siano funzionali al ritmo ed alle improvvisazioni vocali, senza avere particolare rilevanza. La seconda parte si conclude in un modo sorprendente e molto efficace, con una cadenza perfetta (I V I) seguita da una cadenza sospesa (I IV V) nella quale l'accordo di dominante G7 si carica di tensione: G7(#9) e poi G7(b13).

Cold Sweat - James Brown parte 3

La frase su conclude con una cadenza sospesa I IV V

Questi due accordi di dominante rappresentano il punto di massima dissonanza, una tensione che non viene risolta in quanto l'accordo di dominante G7 non risolve sulla tonica C, il brano riprende come se niente fosse da Dm7.

L'espediente della  cadenza sospesa è una formula ben nota ai compositori. Tuttavia fatico a trovare esempi efficaci quanto Cold Sweat, proprio perché in questo brano gli accordi sono pochi e prevedibili, mentre la conclusione con la cadenza sospesa non è affatto prevedibile.

Pur essendo una musica meno sofisicata e raffinata del jazz, il Rhythm & Blues è musica molto ben suonata, curata nei dettagli e che chiede al cantante una capacità ed una resistenza eccezionali. Cold Sweat è un ottimo esempio di questo affascinante repertorio.

Arrivederci al prossimo lunedì!

Scarica lo spartito di Cold Sweat

scarica


Note di lunedi - Rubrica di analisi musicale Jazz e Rock

Art by Valentina Veschi

Note di lunedì rubrica di analisi musicale dedicata ai grandi classici della musica jazz e rock: ogni lunedì un brano con annotazioni tecniche e curiosità. Per iniziare bene la settimana… e conoscere meglio la musica.

  • Simone ha detto:

    Carismatico sul palco e fuori, James Brown sapeva circondarsi di grandi musicisti, come il batterista Clyde Stubblefield. Quest’ultimo con i suoi drum solo era capace di creare notevole atmosfera, ma anche dar modo alla band di riprendere fiato ed energia; nel Rhythm and Blues infatti, i brani suonati dal vivo sono sempre più lunghi delle versioni registrate e richiedono a pubblico e musicisti partecipazione fisica. Aspetto molto black che nel jazz emerge meno, ciao!

  • s2Member®
    >