2

Kenny Dorham, Blue Bossa

Note di lunedi n. 113 - Blue Bossa, una bossanova assai poco brasiliana

Blue Bossa è uno dei pezzi più semplici del repertorio jazz ed uno dei più popolari tra i principianti. Eppure lo stesso autore Kenny Dorham non lo prendeva troppo sul serio, al punto che lo registrò una sola volta. Il pezzo piacque invece a Joe Henderson che continuò a suonarlo anche dopo la prima incisione. Ascoltiamo dunque la prima registrazione di Blue Bossa.

Blue Bossa è il brano di apertura del disco di Joe Henderson Page One, pubblicato per la Blue Note. Era il 1963 ed un anno prima l'album Jazz Samba di Stan Getz aveva reso popolari i ritmi brasiliani tra i jazzisti.

Stan Getz Jazz Samba cover

Jazz Samba è stato l'album che ha dato inizio alla moda della musica brasiliana tra i jazzisti

L'etichetta Blue Note chiedeva ai propri artisti di aprire l'album con un pezzo accattivante, per questa ragione Kenny Dorham compose Blue Bossa. In realtà il brano ha molto poco di brasiliano, di sicuro non l'armonia che nella prima parte assomiglia ad un blues minore.

Blue Bossa - parte iniziale

Con il suo movimento tra il I ed il IV grado, Blue Bossa assomiglia più a un blues minore che a una bossanova

Il repertorio bossanova utilizza forme musicali più lunghe e articolate ed un'armonia molto più fitta, ad esempio è difficile se non impossibile trovare un brano di Antonio Carlos Jobim che utilizzi un solo accordo per ben due misure, come accade invece in Blue Bossa.

Nelle seconda parte, a misura 9, il brano modula alla tonalità di Re. E' forse questa la caratteristica più originale ed interessante di Blue Bossa, che tocca due tonalità a distanza di semitono, la prima minore (Do minore) e la seconda maggiore (Remaggiore).

Blue Bossa - parte finale

Le 8 misure conclusive di Blue Bossa

Le sedici misure da cui è composta Blue Bossa sono facili da ricordare ed offrono al musicista jazz risorse più che sufficienti per improvvisare, pur in un contesto di grande semplicità. Anche il più distratto dei principianti, se perde il segno può ritrovarlo facilmente a misura 9, quando il pezzo modula al modo maggiore.

Anche il tema ha poco di brasiliano. E' infatti una melodia di stampo hard bop, con il movimento discendente caratteristico del blues ed una dissonanza, la #9 a misura 6, presa in modo diretto, senza quei tipici cromatismi che caratterizzano invece la musica brasiliana. Anche lo special che tromba e sax tenore suonano all'unisono (minuto ...) ha uno spiccato carattere jazzistico, con le frasi che anticipano di un'ottavo la misura seguente.

Blue Bossa - special

Nell'insieme, Blue Bossa si presta assai più ad un'interpretazione latin jazz, caraibica più che brasiliana. Così come i musicisti americani spesso confondevano mandolini italiani, musette francesi e Sirtaki in un generico "suono latino", non deve stupire che anche stili musicali assai lontani come samba, bossanova, salsa e bolero fossero spesso mescolati.

Non mancano tuttavia le eccezioni, ad esempio Dizzy Gillespie era un conoscitore ed esecutore di musica cubana, così come Stan Getz approcciava il repertorio brasiliano in modo molto più rispettoso.

Possiamo però perdonare a Kenny Dorham e compagni un po' di approssimazione, Blue Bossa rimane un pezzo divertentissimo da suonare e mette sempre d'accordo musicisti che suonano insieme per la prima volta.

Una breve nota autobiografica: la prima volta che ho calcato un palco per suonare musica jazz, fu per l'invito di un sassofonista più esperto di me che voleva regalarmi l'emozione di suonare un pezzo con musicisti professionisti. Neanche a dirlo, quel pezzo era Blue Bossa.

Arrivederci al prossimo lunedì!

Scarica lo spartito completo di Blue Bossa (Kenny Dorham)

Scarica lo spartito completo del brano


Note di lunedi - Rubrica di analisi musicale Jazz e Rock

Art by Valentina Veschi

Note di lunedì rubrica di analisi musicale dedicata ai grandi classici della musica jazz e rock: ogni lunedì un brano con annotazioni tecniche e curiosità. Per iniziare bene la settimana… e conoscere meglio la musica.

Kenny Dorham

  • Di Marzo Domenico ha detto:

    Caro Leo,io ti seguo attraverso internet e valuto bene quello che tu scrivi. Non so se riceverai questo mio commento e se per caso vieni a Bari avrei voluto conoscerti personalmente, tieni presente che ho 83 anni sono sano è vivo bene in salute

    • leoravera ha detto:

      Caro Domenico, quando tornerò a Bari ti scriverò, ci sono stato diverse volte per suonare e per piacere, mi piace molto la tua città. Un caro saluto, a presto

  • s2Member®
    >