Categorie
Note di Lunedì

Art Blakey, Like Someone In Love. Un maestro ideale per giovani jazzisti.

[Note di lunedì n.64] I Jazz Messengers di Art Blakey sono stati una delle formazioni più longeve della storia del jazz. Il batterista ha ospitato nella sua band decine di giovani di talento, contribuendo alla loro crescita. Però Art Blakey manteneva sempre la guida della sua band, come vediamo in questa registrazione dove i Jazz…Continua a leggereArt Blakey, Like Someone In Love. Un maestro ideale per giovani jazzisti.

Categorie
Note di Lunedì

Jaco Pastorius, Kuru / Speak Like a Child. Il basso elettrico è protagonista

[Note di lunedì n.63] Jaco Pastorius ha rivoluzionato il basso elettrico, rendendo popolare il basso fretless (ovvero senza tasti sul manico). Oltre a suonare linee di basso fantastiche, Jaco era capace anche di eseguire accordi e suoni armonici, trasformando il basso in strumento solista. Al suo primo album partecipò anche Herbie Hancock, analizziamo il suo…Continua a leggereJaco Pastorius, Kuru / Speak Like a Child. Il basso elettrico è protagonista

Categorie
Note di Lunedì

Chico Buarque de Hollanda, Olê Olá. Un’allegria solo apparente

[Note di lunedì n.62] Olê, Olá fa parte del primo album di Chico Buarque de Hollanda, pubblicato nel 1966. Il musicista brasiliano aveva appena 22 anni, eppure nel suo primo disco sono già presenti gli elementi tipici della sua musica, radicata nella musica popolare brasiliana ma spesso molto elaborata dal punto di vista armonico.Continua a leggereChico Buarque de Hollanda, Olê Olá. Un’allegria solo apparente

Categorie
Note di Lunedì

Bill Evans, Waltz For Debby. Da Debussy al piano jazz

[Note di lunedì n.61] Bill Evans ha mescolato il jazz e le armonie di compositori classici europei come Claude Debussy e Maurice Ravel. Non stupisce allora che molte sue composizioni abbiano il tempo di 3/4, usato in Europa ma quasi inesistente nel jazz, almeno fino agli anni ’50. Analizziamo il suo jazz waltz intitolato Waltz…Continua a leggereBill Evans, Waltz For Debby. Da Debussy al piano jazz

Categorie
Note di Lunedì

Wynton Kelly & Wes Montgomery, No Blues

[Note di lunedì n.60] Tra i molti eccezionali musicisti che Miles Davis scelse per le sue band, uno dei meno noti è certamente Wynton Kelly. Nelle formazioni di Miles, Wynton Kelly venne dopo Bill Evans ed immediatamente prima di Herbie Hancock. Ascoltiamo il suo No Blues, tratto dall’album Smokin’ At The Half Note, registrato insieme al…Continua a leggereWynton Kelly & Wes Montgomery, No Blues

>