Categorie
Note di Lunedì

One ‘O Clock Jump, Count Basie e le big band di Kansas City

[Note di lunedì n.9] La musica di Count Basie ha le sue radici a Kansas City e nel blues, il suo contributo allo sviluppo del jazz fu notevole, sia per le innovazioni nella sezione ritmica quanto per l’uso dei riff, ovvero frasi ripetute, molto semplici ed efficaci, che si possono adattare ad accordi diversi senza…Continua a leggereOne ‘O Clock Jump, Count Basie e le big band di Kansas City

Categorie
Note di Lunedì

Roy Eldridge, After You’ve Gone. La tromba jazz tra Armstrong e Gillespie

[Note di lunedì n.8] Il chitarrista J.W.Smith racconta che Dizzy Gillespie, suo compagno di camera durante una tourneé in Europa, lo svegliava ogni mattina ascoltando After You’ve Gone di Roy Eldridge.Continua a leggereRoy Eldridge, After You’ve Gone. La tromba jazz tra Armstrong e Gillespie

Categorie
Note di Lunedì

Tea For Two, Art Tatum l’insuperabile virtuoso

[Note di lunedì n.7] Molti sono stati i pianisti virtuosi nella storia del jazz, Art Tatum rappresenta tuttavia un caso unico ed ineguagliato. Art Tatum dominava tanto il repertorio pianistico classico, da Chopin e Listz fino a Ravel, quanto i maestri dello stride piano come Fats Waller, James P. Johnson e Jelly Roll Morton. Ascoltiamo la sua…Continua a leggereTea For Two, Art Tatum l’insuperabile virtuoso

Categorie
Note di Lunedì

Body and Soul, Coleman Hawkins, il padre del sax tenore

[Note di lunedì n.6] Pur essendo un’invenzione europea, il sax trovò largo impiego nella musica jazz e furono i jazzisti a svilupparne il suono e la tecnica. Coleman Hawkins, padre del sax tenore, nel corso della sua carriera sperimentò numerose tecniche: slap tongue, glissando, staccato, vibrato sulle note lunghe, ampie escursioni di registro. Per capire…Continua a leggereBody and Soul, Coleman Hawkins, il padre del sax tenore